I contenitori - TUTTI PER UNO CIBO PER TUTTI

Vai ai contenuti

Menu principale:

I contenitori

Conservazione > Conservazione domestica

CONSERVAZIONE DOMESTICA: i contenitori

Per conservare correttamente gli alimenti, è necessario prima di tutto utilizzare dei contenitori adeguati. A seconda che si tratti di frigorifero o di freezer o anche di temperatura ambiente, ad ogni situazione deve corrispondere il contenitori più adatto.

In generale, un buon contenitore deve essere
• impermeabile e avere una chiusura ermetica
• stabile alla variazioni di temperatura
• stabile nel tempo e non subire variazioni di consistenza né di qualità
• deve avere uno spazio per poter apporre un’etichetta.

Contenitori per il frigorifero
In frigorifero, soprattutto se ventilato, gli alimenti devono essere tenuti chiusi con tappo ermetico, in recipienti di vetro o di plastica adatta all'uso. Se non si usano gli appositi contenitori, gli alimenti vanno avvolti con cura, in particolare se si tratta di carni e formaggi (utili le pellicole plastiche).
                                                                                           
Frutta e verdura vanno riposti negli appositi cassetti.

Contenitori per il congelatore
Per il congelamento domestico, bisogna utilizzare i sacchetti specifici o i  contenitori di plastica, indicati per questo uso. In particolare, i sacchetti sono adatti per cibi come carne a fette, hamburger, verdure fresche, frutta; i contenitori, invece, sono ideali per alimenti liquidi, gelati, verdure cotte…   Inoltre:

  • i surgelati che si acquistano in scatola, prima di essere messi nel freezer/congelatore devono essere estratti dalla scatola originale e inseriti in buste o contenitori di plastica (tale cautela serve sia per limitare le contaminazioni esterne, sia per la permeabilità del cartone);

  • si può usare l’alluminio per avvolgere gli alimenti, ma vanno poi inseriti in una busta di plastica, chiusa e con l’etichetta;

  • alimenti piccoli e delicati, come ravioli, frutti di bosco, brioches, foglie aromatiche, possono essere congelati su un vassoio per essere poi trasferiti in un sacchetto o in un contenitore solo a fine congelamento: così facendo, non si appiccicano e restano ben separati;

  • è utile preparare delle monoporzioni o delle razioni singole, in modo che ci si possa regolare meglio sulla quantità di “pezzi” da scongelare al bisogno;

  • bisogna far uscire tutta l’aria prima di chiudere le buste con il legaccio;

  • al contrario, quando si stoccano i liquidi nei contenitori plastici, non si deve toccare il bordo, in modo che ci sia lo spazio per un eventuale aumento di volume dovuto alla formazione del ghiaccio;

  • le indicazioni accurate sull’etichetta sono molto importanti per evitare sprechi, errori, sviste.


Contenitori per temperatura ambiente

Sono ideali i contenitori in vetro, in plastiche adatte, ma anche in latta: la scelta dipende  ovviamente dal tipo di alimento, ma è anche legata a “logiche” di sistemazione razionale della dispensa. Si ribadisce che il contenitore più adatto è impermeabile, a chiusura ermetica, inerte,  stabile alle variazioni di umidità e temperatura.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu