Prodotti tipici: Erbe spontanee - TUTTI PER UNO CIBO PER TUTTI

Vai ai contenuti

Menu principale:

Prodotti tipici: Erbe spontanee

Prodotti del territorio > Erbe Spontanee

Erbe alimentari spontanee

"Chi le conosce le considera una risorsa perchè arricchiscono la tavola con nuovi o dimenticati ingredienti dai sapori, forti, amarissimi, delicati, talvolta sconosciuti nella cucina tradizionale" (da il libro "Le nostre erbe" a cura del Giardino Botanico di Bergamo "Lorenzo Rota"  Ed. Junior)

Le piante coltivate a scopo alimentare sono una selezione delle varietà più forti e più produttive ma spesso, rispetto alle varietà originali, hanno un sapore e un profumo diverso pertanto conoscendo e utilizzando le erbe spontanee si aprirà un mondo di profumi e sapori.

Un tempo molte erbe spontanee erano comunemente utilizzate sia per l'alimentazione umana che per la cura di alcune malattie tanto che ci si riferiva ad esse come alla “Farmacia del Signore”.
Molto importante, per l'utilizzo delle specie spontanee, è la loro conoscenza poichè, tra le miriadi di specie vegetali, vi sono anche piante ed erbe molto velenose.

Durante la loro raccolta sono da tener presenti alcuni accorgimenti:

  • Non raccogliete erbe sui bordi delle strade trafficate, in zone vicine a fonti di inquinamento (canali di scolo, allevamenti animali, discariche, aree industriali, ecc.) in parchi frequentati da cani o altri animali;

  • Non raccogliere in campi sottoposti a trattamenti chimici o a sversamento di liquami;

  • Non raccogliete niente che non conoscete e fatevi accompagnare da qualcuno che le conosce bene;

  • Non raccogliete piante malate o ammuffite;

  • Verificate di non essere in aree dove è vietata la raccolta (es. nelle Riserve Naturali) o di raccogliere specie protette dalle leggi locali;

  • Raccogliete le piante in modo da lasciarne altre sul posto per garantirne la sopravvivenza o, se possibile, lasciandone le radici;

  • Le erbe spontanee, per la loro stessa natura, esigono sempre un’accurata preparazione, per la pulizia che deve essere scrupolosa, soprattutto se non verranno cotte.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu